Bordure per aiuole fai da te: 3 idee per un giardino sempre curato

Calcestruzzo, legno, metallo o altro?

Ispirazioni / Guida all'utilizzo / How to

29/08/2022

Tempo di lettura stimato circa 5 minuti

Le bordure per aiuole hanno come funzioni base dividere e contenere. Dividono fisicamente e visivamente un’aiuola dal prato, dalla ghiaia del cortile, da un camminamento. Contengono terra, radici di piante ed erba, ciottoli etc. quando l’aiuola è rialzata. Una bordura infatti può essere rialzata o a filo del suolo. Oltre a funzioni pratiche, le bordure hanno un valore estetico: definiscono meglio gli spazi, sottolineano lo stile e così via.

Con quali materiali puoi realizzare le bordure per aiuole? Possono essere naturali – come la pietra, i sassi o il legno – oppure di altro tipo, come il calcestruzzo, il metallo o la plastica. Tradizionali o moderne, l’importante è scegliere delle bordure che si armonizzano con il giardino e la casa (stile, colori dominanti, materiali già presenti, arredi etc.). Nel caso di una bordura rialzata, che deve contenere terreno o altro, nella scelta del materiale tieni conto anche della sua resistenza. Oggi suggeriremo alcune idee per realizzare bordure per aiuole fai da te.

Cordoli per aiuole fai da te

Un sistema molto pratico con cui creare una bordura per aiuole fai da te è usare mattonelle in calcestruzzo, dette anche betonelle: ne trovi di svariati colori, finiture, forme e dimensioni. A rigore le bordure in calcestruzzo o pietra si chiamano cordoli.

Dopo aver indossato i guanti da lavoro, ecco come costruire un cordolo per aiuole fai da te con posa a secco, cioè senza cemento, usando le betonelle:

  • Traccia il perimetro dell’aiuola, ad esempio con paletti di legno e spago o con un tubo dell’acqua (perfetto se l’aiuola è curvilinea, circolare etc.).

  • Fai uno scavo largo e lungo quanto il piano di posa delle mattonelle di calcestruzzo.

  • Riempi lo scavo di ghiaia, quindi pareggiala e compattala.

  • Posa le mattonelle e livellale con una mazzetta con testa di gomma.

  • Copri con della terra le parti di scavo rimaste scoperte, interrando una parte del cordolo.

Con la stessa tecnica puoi fare una bordura per aiuole sostituendo le betonelle con mattoni pieni in laterizio, sia nuovi che di recupero, o con blocchi di pietra (molto comune è il tufo). A seconda del materiale e variando l’altezza dello scavo, puoi ottenere un cordolo a filo del terreno oppure più o meno rialzato.

In base al gusto e alle necessità, l’aiuola incorniciata dalla bordura può contenere piante oppure solo ciottoli o sassi colorati. Nel primo caso, una volta realizzata la bordura, lavora il terreno all’interno dell’aiuola con attrezzi manuali o con la motozappa, tenendo presente che il periodo migliore per piantare e seminare è l’autunno. Naturalmente puoi costruire la bordura anche se le piante sono già a dimora. Nel secondo caso, pulisci il terreno dall’erba, stendi un telo per pacciamatura, fermalo con picchetti di metallo, infine riempi l’aiuola di ciottoli e livella il tutto.

Bordure per aiuole in legno

Puoi acquistare delle bordure per aiuole in legno pronte, semplicemente da infilare nel terreno: di solito le trovi in rotoli o sotto forma di pannelli. Oppure puoi comprare la materia prima e adattarla al tuo progetto, ad esempio prendendo delle tavole di legno, riducendole dell’altezza voluta e appuntendone un’estremità per interrarle. Puoi utilizzare anche legno di recupero, come delle tavole smontate da pallet. Il legno deve resistere agli agenti atmosferici: se non è già trattato in autoclave, impermeabilizzalo con dell’impregnante. Pennella con catramina o prodotti simili la parte che va sottoterra.

In alternativa puoi partire da zero e realizzare tutto in autonomia a partire da pezzi di tronco o grossi rami, da stagionare prima che siano messi in opera. Se vuoi ricavare delle assi da un tronco puoi usare la sega a nastro o la motosega collegata a un’apposita guida (qui trovi la spiegazione su come tagliare tavole di legno da un tronco).

Puoi usare anche delle traversine ferroviarie nuove (in giardino non si possono impiegare quelle usate e rigenerate), tagliandole in blocchetti o posandole intere in orizzontale. Come nel caso del cordolo di calcestruzzo, basta scavare e creare un fondo di ghiaia che dia stabilità alle traversine e faciliti il drenaggio dell’acqua.

Delle robuste bordure di legno (ma anche di blocchi in calcestruzzo, di mattoni o di pietra) possono sostenere i gradoni di un giardino in pendenza. Comunque, in salita o in piano, per trasportare senza fatica i materiali e l’attrezzatura per realizzare le bordure, conviene adoperare una carriola o una motocarriola.

Non solo bordure: con il legno e le tavole fai da te puoi anche costruire una staccionata, un’alternativa per isolare e proteggere le aiuole, oppure realizzare un camminamento.

Bordure per aiuole fai da te in metallo

Preferisci dare al tuo giardino un tocco contemporaneo? Allora il corten è la scelta giusta per le bordure delle aiuole: si tratta di acciaio rivestito di una ruggine protettiva.

I profili di corten sono proposti con bordo a vivo o ribattuto (ideale se la bordura sporge all’esterno del terreno). Si trovano anche sagomati, con delle alette alla base che facilitano il fissaggio al terreno. Se necessario, li ancori al suolo con picchetti o chiodi lunghi e, se hai una bordura lunga, unisci i profili con viti o rivetti.

Ecco come realizzare una bordura per aiuole in corten:

  • Segna il perimetro dell’aiuola come descritto per il cordolo di betonelle.

  • Delinea un solco lungo il tracciato con la vanga, quindi approfondiscilo con il piccone.

  • Inserisci a incastro il profilo di corten nel solco.

  • Rinfianca la bordura, riempiendo ciò che resta del solco con terra o sabbia, infine compatta.

Al posto del corten puoi impiegare delle liste in alluminio o acciaio zincato. Con lo stesso sistema, se preferisci, puoi fare una bordura di plastica.

Tra le altre funzioni, le bordure per aiuole forniscono una linea di riferimento che facilita il taglio dell’erba: a proposito, ecco come tenere sotto controllo i bordi del prato con il decespugliatore.

Se nel tempo libero ami dedicarti al giardino, perché non provi ad arricchirlo facendo qualche lavoro di bricolage? Qui trovi le nostre guide per creare un gazebo di legno e un laghetto fai da te.

Articoli correlati

Ispirazioni / Consigli sempreverdi

21/09/2022

Potature, ramaglie e sfalci. Come smaltire i rifiut...

Come eliminarli? Sono bruciabili? Perché non riciclarli?

Leggi tutto

Ispirazioni / Guida all'utilizzo / How to

21/09/2022

Irrigare l'orto con la motopompa: ecco come farlo a...

Come, quando e quanto bagnare gli ortaggi

Leggi tutto

Ispirazioni / Guida all'utilizzo / How to

29/08/2022

Come decalcificare l'idropulitrice: guida in sempli...

Mantienila più efficiente e duratura

Leggi tutto

Iscriviti alla Newsletter Efco

Per ricevere tante offerte, consigli e novità sul mondo del verde.

Ti invitiamo a visionare l’ Informativa Privacy art. 13 GDPR sul trattamento dei dati personali.
  • Il consenso è necessario per il ricevimento della newsletter.