Guida base per tagliare i bordi del prato

perfetta se cominci da zero

Ispirazioni / Guida all'utilizzo / How to

17/09/2019

Tempo di lettura stimato circa 5 minuti

Un bel giardino passa per un prato curato. La cura del prato è anche una questione di dettagli. E quale dettaglio può fare la differenza in un prato? I bordi.

Ecco che allora hai la necessità di tagliare i bordi del prato per evitare che l’erba invada altri spazi, ad esempio le aiuole, separando in modo netto il verde del prato dal resto. Piante e fiori ne risulteranno valorizzati, mentre marciapiedi e vialetti saranno più puliti e al sicuro da crepe. D’altro canto ti trovi anche a dover regolare l’erba là dove il tagliaerba non arriva: lungo il perimetro del giardino, alla base di muretti, recinzioni, marciapiedi e vialetti, così come attorno a siepi, alberi, aiuole e orto.

Dunque, come tenere sotto controllo i bordi del prato? Quali sono le tecniche di taglio da usare? Seguici, te ne vorremmo parlare nei prossimi paragrafi.

Tagliare i bordi del prato: vanga o decespugliatore?

Per tenere sotto controllo i bordi del prato, prima o dopo il taglio dell’erba puoi usare la vanga per rimuovere piccole porzioni di manto erboso e di terra. Con affondi dritti (non inclinati) e tenendo come guida un’asse di legno, in modo da definire per bene il bordo lungo il muretto, l’aiuola, il marciapiede oppure intorno agli alberi. Si tratta – è vero – di un lavoro piuttosto impegnativo, ma non serve tagliare i bordi con la vanga ogni volta che rasi l'erba: una volta fatto è sufficiente che regoli la crescita dell’erba e, allo scopo, lo strumento perfetto è il decespugliatore.

Il decespugliatore è un aiuto prezioso per il giardinaggio perché, non solo regola i bordi del prato, ma taglia l’erba in quegli spazi piccoli o angusti, dove – per quanto compatto e maneggevole – il tagliaerba non riesce a lavorare. Ma che decespugliatore è meglio usare?

Quale decespugliatore usare per tagliare i bordi del prato

Sul mercato esistono numerosi decespugliatori, ma possiamo raggrupparli in 3 macrocategorie: decespugliatori elettrici a filo, decespugliatori elettrici a batteria e decespugliatori con motore a scoppio.

Per tenere sotto controllo i bordi del prato di casa sono perfetti sia i decespugliatori elettrici a filo, che i decespugliatori a batteria e i decespugliatori leggeri a motore. Tra i vari modelli di decespugliatori elettrici del suo catalogo, Efco ti suggerisce l’8061 con 600 W di potenza, testina universale Tap&Go da 105 mm di diametro e filo da 1,65 mm.

Come decespugliatore a batteria, invece, il nuovo DSi 30 di Efco è già equipaggiato di batteria da 2,5 Ah, caricabatterie, testina Load&Go da 103 mm e filo da 2 mm. Con la batteria da 5 Ah hai fino a un’ora di autonomia di lavoro.

Tra i decespugliatori a scoppio un’ottima soluzione per il taglio dei bordi del prato è il decespugliatore leggero STARK 2500 TR con motore a 2 tempi da 800 W di potenza, testina Tap&Go da 105 mm e filo da 2 mm.

Preparati per tagliare i bordi del prato

Prima di iniziare il taglio del bordo del prato controlla che l’area di lavoro sia pulita: sassi, piccoli oggetti, frammenti di materiali etc., infatti, possono essere proiettati a distanza dal decespugliatore. Inoltre, fai in modo che persone e animali si tengano ad almeno 15 m.

Accertati che la protezione di sicurezza della testina sia montata e che il filo non sia troppo lungo: il motore potrebbe andare sotto sforzo e danneggiarsi. Con la protezione non si pone il problema perché, con la sua lama tagliafilo, riduce da sé la lunghezza del filo in modo ottimale.

Assicurati che le impugnature siano asciutte e pulite, tieni il decespugliatore alla tua destra con entrambe le mani: la destra sullo stelo o sull’impugnatura posteriore, la sinistra sull’impugnatura anteriore (questa presa vale anche per i mancini). L’impugnatura anteriore è regolabile: trova l’altezza giusta per te.

Invece, per bilanciare meglio il decespugliatore e mantenerlo sempre alla giusta quota dal terreno, puoi agganciarlo a un cinghiaggio regolabile, come il cinghiaggio semplice con moschettone o quello senza moschettone di Efco.

Consigli e trucchi per tagliare i bordi del prato

A questo punto è tutto pronto per iniziare il taglio dei bordi del prato, ricorda di mantenere una posizione stabile, con i piedi ben piantati a terra.

  • Regola il bordo del prato inclinando la testina del decespugliatore verso il bordo stesso ma senza spingere contro il terreno: è l’estremità del filo che taglia.
  • Taglia il bordo del prato alla base degli ostacoli – ad esempio un muretto o una recinzione – avvicinando lentamente la testina del decespugliatore: è un’operazione che consuma di più il filo e che – succede – può anche romperlo.
  • Taglia il bordo ai piedi degli alberi camminandoci attorno in senso orario e avvicinando con attenzione la testina inclinata. Il decespugliatore è meglio della vanga perché ti evita di colpire le radici, però la rotazione del filo può danneggiare piccoli arbusti o tronchi dalla corteccia delicata. Per ridurre il rischio tieni il filo lungo al massimo 10-12 cm e riduci la velocità del motore. Puoi comunque proteggere le piante avvolgendone il tronco, per esempio, con un pannello flessibile di plastica.
  • Taglia l’erba non sfalciata dal tagliaerba tenendo la testina parallela al terreno, camminando e tagliando con movimenti ad arco: è il corpo a oscillare, non le braccia che, invece, devono tenere il decespugliatore fermo e ad altezza costante.
  • Non andare di fretta, anche se il decespugliatore è rapido: lavora con precisione, prendendoti il tempo necessario così da non dover ripassare negli stessi punti ottenendo, per giunta, un risultato poco omogeneo.
  • Se tagli il bordo del prato adiacente a un marciapiede o a un vialetto, cammina sul marciapiede o sul vialetto stessi, non sull’erba, altrimenti ti ritrovi a tagliare il prato invece del bordo.

Hai esaurito il filo del decespugliatore? Con le testine universali Efco, ricaricarlo è questione di pochi secondi. Qui puoi leggere un articolo del nostro blog su come cambiare il filo al decespugliatore in modo facile e veloce.

Sai che il decespugliatore lavora meglio e senza andare sotto sforzo solo con un filo proporzionato alla sua potenza e al tipo di lavoro che fai, come quello fornito in dotazione quando acquisti i modelli Efco? Qui trovi un approfondimento sulla scelta del filo per decespugliatore.

Articoli correlati

Novità catalogo / News Prodotti

16/10/2019

Nuova Motosega piccola Efco: sempre più affidabile

Pensata per piccoli lavori in campagna e il giardinaggio

Leggi tutto

Ispirazioni / Guida all'utilizzo / How to

30/09/2019

Come pulire il soffiatore

compresi filtro, motore e candela

Leggi tutto

Ispirazioni / Consigli sempreverdi

30/09/2019

Come usare la motosega: corso per principianti

avviamento, uso e taglio

Leggi tutto