Come e quando raccogliere la frutta

Ispirazioni / Consigli sempreverdi

13/07/2018

Se sei un coltivatore diretto o ami prenderti cura di orti e frutteti per passione, già sai quanto sia importante raccogliere la frutta nel momento giusto, onde evitare che cada dai rami e vada sprecata. Naturalmente non tutte le piante fruttificano nello stesso momento: ecco perché è importante conoscere i tempi di maturazione degli alberi da frutto e i metodi migliori per raccoglierla.

Vediamo dunque come e quando raccogliere la frutta, passando in rassegna le coltivazioni più diffuse.

La raccolta delle olive

Come e quando si raccolgono le olive? Di solito il periodo più indicato è l’autunno: precisamente tra ottobre e dicembre. 

In media potremmo dire che quando da verde il frutto passa ad essere violaceo per il 50-60%, è pronto per essere raccolto. Variazioni significative sui tempi di raccolta possono comunque essere determinate dal tipo di oliva (precoce o tardiva), dall’utilizzo che ne verrà fatto o da particolari condizioni climatiche.

Esistono diverse tecniche di raccolta delle olive. La più diffusa e immediata è la brucatura, ovvero la vera e propria raccolta con le mani. Questo tipo di operazione è perfetta per le piante basse ed è quella che rischia di danneggiare meno il frutto.

Segue la bacchiatura che consiste nel percuotere i rami con delle pertiche, in modo da staccare le olive e radunarle all’interno di apposite reti e la pettinatura che “pettina” letteralmente i rami tramite appositi rastrelli, per provocare la caduta dei frutti.

Infine c’è la raccolta meccanica che svolge la stessa azione della bacchiatura, ma utilizzando uno scuotitore ad aria compressa, indispensabile per risparmiare tempo.

Una volta staccati i frutti dagli alberi, bisognerà provvedere al trasporto: in questa fase ti consigliamo di munirti di una motocarriola come il modello TN 3400 K che, grazie al suo pianale espandibile, può contenere fino a 350 kg di materiale.

 

La raccolta delle mele

E invece quando si raccolgono le mele? La risposta è tra settembre e ottobre, quando la maggior parte delle varietà raggiunge la giusta maturazione.

Nella raccolta delle mele è fondamentale conoscere l’età dell’albero per gestirne la fase di distacco.

Se hai a che fare con un albero anziano infatti, dovrai staccare prima le mele esterne e a distanza di circa una settimana raccogliere quelle più interne. Se invece il tuo albero è giovane, potrai effettuare la raccolta in un unico passaggio.

Per salvaguardarne la longevità ti converrà in ogni caso raccogliere le mele di mattina, onde evitare che la frutta assorba il calore.

 

La raccolta del melograno

Il melograno è uno dei frutti autunnali per eccellenza. La sua raccolta avviene solitamente tra settembre e novembre. Un melograno è considerato maturo, quando la buccia raggiunge appieno il colore caratteristico della varietà a cui appartiene. 

Un altro metodo utile per capire se il frutto è pronto per essere colto è esaminarne la consistenza: se al tatto i chicchi appaiono sodi e ben distinguibili, allora si può procedere con la raccolta.

Come accade per la raccolta di ciliegie, la raccolta del melograno non richiede particolari tecniche di potatura. L’importante è operare attraverso un taglio netto e pulito, salvaguardando la salute dei rami che potrebbero contrarre malattie o attacchi di insetti a causa di una rottura scorretta.

In questo senso può tornare utile un paio di cesoie COMFORT, che grazie al loro battente curvo permette di tenere fermo il ramo in fase di taglio.

 

La raccolta dei kiwi


I kiwi si raccolgono per lo più a novembre, ma a differenza di quello che accade per gli altri frutti, decifrare il loro livello di maturazione non è per niente immediato. 

La colorazione della buccia in questo caso infatti non ci aiuta molto: che sia acerbo o maturo, il frutto ha sempre lo stesso aspetto.

I più esperti ed equipaggiati possono ricorrere a un refrattometro per calcolare i livelli di zuccheri presenti nella polpa. In alternativa la cosa migliore è tarare le tempistiche sull’esperienza.

Quando si raccolgono i kiwi infatti è fondamentale avere buon occhio e in generale lasciare i frutti sulla pianta il più a lungo possibile, avendo soltanto la premura di raccoglierli prima che eventuali gelate rovinino il raccolto.

Per recidere il peduncolo dal ramo in maniera semplice ed efficace puoi aiutarti con un seghetto SRM18R.

Articoli correlati

Ispirazioni / Consigli sempreverdi

19/11/2018

Verde No Limits: 3 macchine a prova di taglio estremo

Leggi tutto

Ispirazioni / Guida all'utilizzo / How to

07/11/2018

Come pulire la motosega

Leggi tutto

Mondo Efco / Eventi

08/10/2018

Efco parteciperà a EIMA INTERNATIONAL 2018

IL futuro, presente.

Leggi tutto