Tutto quello che c’è da sapere su un tagliaerba semovente

Prima di sceglierlo e comprarlo

Ispirazioni / Consigli sempreverdi

19/03/2020

Tempo di lettura stimato circa 5 minuti

Il tagliaerba è un attrezzo da giardinaggio che usi con una certa frequenza per buona parte dell’anno tranne, in linea di massima, durante l’inverno. Se stai pensando di cambiare il tuo vecchio tosaerba a spinta, perché non valuti un modello semovente, cioè a trazione? Quali sono i vantaggi?

  • Si muove da solo perché il motore è collegato alle ruote e trasmette loro la forza motrice.

  • Non serve che tu lo spinga, basta dargli la direzione.

  • Avanza anche in salita e su terreni impervi.

In pratica, un tosaerba semovente risulta molto più maneggevole di un tagliaerba a spinta: è una macchina che ti fa sfalciare con meno fatica e in meno tempo. Se, poi, tagliare l’erba non rientra fra i tuoi passatempi preferiti, il tosaerba semovente alleggerisce parecchio il compito. Insomma, un bel guadagno investendo un po’ di più rispetto a un modello a spinta di potenza uguale o simile. Ora, vediamo come scegliere il tuo tagliaerba a trazione.

Cosa considerare di un tagliaerba semovente: alimentazione, motore e scocca

Di un tagliaerba semovente guarda, anzitutto, l’alimentazione: meglio un tosaerba semovente a scoppio, a batteria o elettrico? In generale i tagliaerba a scoppio, anche in versione a trazione, sono più potenti. In più, con un tosaerba a scoppio non hai vincoli di alcun tipo: vicinanza alla presa della corrente, lunghezza del cavo d’alimentazione, autonomia e tempi di ricarica della batteria.

Nel confrontare più tipi di tagliaerba semoventi a scoppio, considera la potenza e la cilindrata del motore. Maggiore è la potenza, maggiori sono le performance di una macchina. Ciò significa che lavori più velocemente e sfalci anche le superfici più impegnative: prati estesi, coperti di erba alta e coriacea, in salita, accidentati (o, nei casi più difficili, un mix di tutto questo).

Da Efco puoi scegliere tra numerose proposte di tagliaerba semoventi a scoppio monomarcia o a 3 marce. Con l’LR 48 TK COMFORT PLUS tagli fino a 1.800 m2 di prato, fino a 2.000 m2 con l’LR 53 TK ALLORAD PLUS 4. Con i tagliaerba semoventi professionali sfalci fino a 2.400 m2 (AR 53 TBXE ALLROAD ALUMINIUM e AR 53 TK ALUMINIUM PRO) o 2.600 m2 (MR 55 TBD).

Dall’anima del tagliaerba – il motore –, passiamo al corpo: la scocca. Per affrontare i lavori più impegnativi, meglio puntare su scocche in metallo, più robuste di quelle in plastica. I rasaerba trazionati Efco hanno il telaio in acciaio o alluminio: a prova di sassi, terreni irregolari, urti contro marciapiedi e muretti. Per esempio l’LR 48 TK COMFORT PLUS e l’LR 53 TK ALLORAD PLUS 4 sono in acciaio, mentre i modelli AR 53 TBXE ALLROAD ALUMINIUM, AR 53 TK ALUMINIUM PRO e MR 55 TBD in alluminio.

Come scegliere un tagliaerba semovente: caratteristiche di taglio ed extra

Ora, focalizziamoci sulle caratteristiche di taglio dei tagliaerba semoventi, cioè:

  • Larghezza di taglio

  • Altezza di taglio

  • Funzioni di taglio

La larghezza di taglio dipende dalla lunghezza della lama: maggiore è, più veloce è il lavoro perché a parità di superficie da sfalciare ti bastano meno passaggi di tagliaerba. Per la larghezza di taglio, i modelli di cui abbiamo parlato, variano dai 46 cm dell’LR 48 TK COMFORT PLUS ai 53 cm dell’MR 55 TBD.

L’altezza di taglio deve essere regolabile, in modo che tu possa adattarla facilmente sia alle caratteristiche dell’erba sia alle esigenze stagionali. Tutti i modelli semoventi Efco che abbiamo citato hanno la regolazione dell’altezza di taglio centralizzata: non devi settare l’altezza di ciascuna ruota, ma con un singolo comando imposti quanto alto vuoi il prato, tra un minimo di 2 e un massimo di 7,5 cm.

Una volta che l’erba è tagliata, cosa intendi farne? Puoi smaltirla con la raccolta differenziata del verde, compostarla per farne sostanza organica per l’orto e il giardino, usarla come pacciamatura o sfruttarla, direttamente, come concime per il prato stesso. Per questi diversi casi ti servono differenti funzionalità di taglio:

  • Scarico posteriore attrezzato con cesto raccoglierba capiente, disponibile dai 70 agli 80 l per i tagliaerba semoventi Efco.

  • Scarico laterale: insieme allo scarico posteriore dotato di deflettore, ti permette di accumulare lo sfalcio lungo il prato a mano a mano che tagli.

  • Sistema di taglio mulching: tritura l’erba e la distribuisce senza creare ammassi sul prato, dove si decompone velocemente, così eviti di doverla raccogliere.

Nei modelli Efco hai il taglio mulching di serie (LR 53 TK ALLORAD PLUS 4, AR 53 TBXE ALLROAD ALUMINIUM e AR 53 TK ALUMINIUM PRO) o come optional (LR 48 TK COMFORT PLUS e MR 55 TBD). In questo senso, l’LR 53 TK ALLORAD PLUS 4 è una macchina completa, con tutte le 4 funzioni di taglio possibili: scarico posteriore con deflettore, raccolta con cesto da 70 l, scarico laterale standard, mulching.

Quali altri aspetti è utile tenere a mente nello scegliere un tagliaerba semovente a scoppio? Sicuramente il sistema d’avvio facilitato del motore, come l’avviamento elettrico a batteria InstartIS dell’AR 53 TBXE ALLROAD ALUMINIUM o come il ReadyStart dell’MR 55 TBD che, in automatico, rileva la temperatura del motore e gli fornisce la giusta quantità di benzina, senza che tu debba usare il primer e regolare l’aria con lo starter.

Considera anche le ruote: se sono grandi – quindi adatte a muoversi agilmente sui terreni più sconnessi –, e robuste, magari in alluminio come quelle dell’AR 53 TK ALUMINIUM PRO e dell’MR 55 TBD.

Infine, per il tagliaerba ti sarà comodissimo l’indicatore di sacco pieno, che trovi nei modelli LR 48 TK COMFORT PLUS, LR 53 TK ALLORAD PLUS 4, AR 53 TBXE ALLROAD ALUMINIUMe AR 53 TK ALUMINIUM PRO. Nessuna sosta a vuoto per controllare il cesto raccoglierba e niente più perdite d’erba dovute al cesto sovraccarico: a colpo d’occhio sai subito quando è il momento di fermarti per svuotarlo.

La manutenzione del tosaerba semovente a scoppio

Concludiamo con una check-list dei controlli essenziali da fare per mantenere in buona salute il tuo tagliaerba semovente a scoppio:

  • Pulizia della scocca del rasaerba.

  • Pulizia delle prese d’aria del carter.

  • Ispezione del serraggio di dadi e viti.

  • Pulizia del piatto di taglio e della lama.

  • Controllo delle condizioni e dell’affilatura della lama.

  • Verifica delle condizioni dei componenti del kit mulching.

  • Controllo del cesto raccoglierba e del deflettore dello scarico posteriore.

  • Pulizia/sostituzione del filtro dell’aria.

  • Pulizia, controllo della distanza tra gli elettrodi (ed eventuale sostituzione) della candela.

  • Pulizia delle alette del cilindro del motore.

Quando fai la manutenzione del rasaerba a scoppio accertati che il motore sia freddo e la pipetta della candela staccata e, nel maneggiare la lama, usa sempre guanti da lavoro o antitaglio.

Dunque, meglio un tagliaerba semovente o a spinta? Se hai ancora qualche dubbio, puoi leggere questa panoramica su tutto quello che c’è da sapere prima di acquistare un tagliaerba.

Articoli correlati

Ispirazioni / Consigli sempreverdi

23/06/2020

Arte Topiaria: Come Potare le Siepi con Creatività

Trasforma il giardino in un capolavoro

Leggi tutto

Ispirazioni / Consigli sempreverdi

23/06/2020

Come Acidificare il Terreno

Per avere piante splendide in orto e giardino

Leggi tutto

Novità catalogo / News Prodotti

20/05/2020

I nuovi prodotti a batteria per il giardinaggio

Affidabili e potenti ma senza filo, gas di scarico e rumore

Leggi tutto