Guida alla preparazione dell’orto

Ispirazioni / Guida all'utilizzo / How to

15/03/2019

Tempo di lettura stimato circa 3 minuti

La primavera è la stagione delle semine e dei trapianti: le piante dell’orto crescono rigogliose e sono produttive solo se le radici possono svilupparsi liberamente in un terreno soffice, fertile e drenante al punto giusto da non creare ristagni d’acqua, causa di marcescenze. La terra, dunque, va smossa, ossigenata e concimata: di seguito trovi i passaggi da seguire per preparare al meglio il tuo orto.

Pulire e dissodare l’orto

Per non affaticarti inutilmente, organizzati in modo da lavorare quando la terra ha la giusta consistenza: né bagnata, né troppo asciutta ma “in tempera”. Se si tratta di un orto esistente, per prima cosa fai pulizia dei residui delle coltivazioni precedenti (è vero che apportano sostanze organiche utili al terreno, ma possono diffondere anche spore di funghi parassiti o uova di insetti infestanti). Se, invece, hai deciso di destinare a orto un pezzo del tuo giardino, inizia sfalciando l’erba. In entrambi i casi, prosegui dissodando con la vanga o, in caso di terreno molto compatto, con la forca in modo da rompere la terra in zolle. A questo punto elimina radici e sassi.

Dissodare l’orto con la motozappa

Puoi velocizzare di molto l’operazione del dissodamento usando una motozappa con motore a scoppio. Per esempio la MZ 2030 di Efco, motozappa piccola per orto e aiuole: robusta ma leggera, maneggevole in spazi limitati anche grazie all’impugnatura reversibile. È dotata di un accessorio prezioso – il vomere – che fa il lavoro della vanga al posto tuo. Se hai un orto più grande, invece, c’è il modello MZ 2075 RK Efco di media potenza, con stegola regolabile in tutte le posizioni e dotato di vomere e altri accessori per motozappa. Tra questi puoi scegliere: l’assolcatore per motozappa per creare solchi di semina, canaline di scolo o per rincalzare e lo scavapatate per motozappa che, al momento della raccolta, serve a sollevare con facilità i tuberi dal terreno.

Concimare l’orto

Dopo la vangatura manuale o con motozappa, procedi concimando il terreno: puoi usare i concimi organici – come il compost, il letame maturo o lo stallatico in pellet – o quelli chimico-minerali NPK per orto e giardino che contengono gli elementi indispensabili alle piante (azoto, fosforo, potassio).

Zappare o fresare e preparare il letto di semina

Se con la vangatura hai rotto in zolle lo strato dei primi 25-35 cm di suolo, adesso le zolle vanno frantumate, in modo da “macinare” finemente i 10-20 cm più superficiali del terreno. A questo serve la zappatura a mano o il suo equivalente meccanizzato: la fresatura. La motozappa nasce proprio per fresare il terreno tramite lame sagomate rotanti: la MZ 2030 ha una fresa da 30 cm con 4 coltelli, mentre la MZ 2075 RK ha una fresa da 82 cm dotata di 6 coltelli. Inoltre, nella fase di zappatura/fresatura incorpori anche il concime nel terreno. Con la motozappa, in alternativa al dissodamento con vomere e successiva fresatura con lame, puoi fare due fresature: la prima per rompere il terreno in zolle, la seconda per sminuzzarle. Completato tutto questo, il letto di semina è pronto: se necessario puoi regolare con il rastrello eventuali buche o cunette e delimitare le parcelle dell’orto, cioè le aiuole di coltivazione, ad esempio con mattoni, assi di legno o, magari, piantine di erbe aromatiche.

Preparare l’orto in sicurezza

Che tu decida di preparare l’orto con attrezzi manuali – come vanga e zappa – o con una motozappa a scoppio, lavora sempre in sicurezza. Prima di tutto, allontana persone e animali in modo che stiano ad almeno 15 m dalla tua posizione. Indossa abbigliamento protettivo adatto e usa calzature e accessori di sicurezza: stivali antitaglio e antiscivolo, visiera o occhiali protettivi, guanti da lavoro, cuffie.

La motozappa: più di una fresa per l’orto

La motozappa a scoppio non serve solo a fresare il terreno ma, grazie ai vari accessori per motozappe, è un attrezzo multifunzione per l’orto: dissoda, crea solchi, raccoglie le patate. Inoltre, è utile anche per la manutenzione del giardino perché con l’arieggiatore rimuovi senza fatica il muschio e l’erba morta dal prato.

Articoli correlati

Ispirazioni / Guida all'utilizzo / How to

09/07/2019

Come eliminare le erbacce in modo naturale senza di...

usando il trinciasarmenti

Leggi tutto

Ispirazioni / Consigli sempreverdi

09/07/2019

Prato rustico o prato all'inglese?

Come scegliere e mantenere questi due tipi di prato

Leggi tutto

Ispirazioni / Guida all'utilizzo / How to

10/06/2019

Guida alla scelta del filo per decespugliatore

scopri qual è più adatto al tuo modello Efco

Leggi tutto