Come eliminare le erbacce in modo naturale senza diserbante

usando il trinciasarmenti

Ispirazioni / Guida all'utilizzo / How to

09/07/2019

Tempo di lettura stimato circa 3 minuti

Le erbe infestanti, o malerbe, sono quelle piante che interferiscono con le attività e gli obiettivi umani. In agricoltura danneggiano le specie coltivate entrando in competizione per le sostanze nutritive e l’acqua. In un prato, quando crescono in maniera incontrollata, danno l’impressione di un ambiente poco curato se non, addirittura, degradato.

Sono spesso piante resistenti e adattabili anche a terreni poveri. Per quanto odiose, quindi, le erbacce sono parte dell’ecosistema e l’unica arma che hai contro di loro è conviverci controllandole al meglio. Come? Vediamolo nei prossimi paragrafi.

Rimuovere le malerbe: le soluzioni

Ci sono diverse tecniche con cui puoi gestire le erbe infestanti: in base al sistema usato le classifichi in fisiche e chimiche; in base al momento dell’intervento, invece, le distingui in tecniche di pre-emergenza (ossia di prevenzione delle malerbe) e di post-emergenza (cioè di contenimento delle erbacce presenti).

Con le tecniche di prevenzione crei le condizioni sfavorevoli alla crescita delle malerbe attraverso l’uso di sementi pure (senza semi estranei), la scelta di varietà molto competitive nei confronti delle infestanti e tutte le strategie utili a influenzare la competitività della tua coltura a svantaggio delle erbacce (ad esempio preferire il trapianto alla semina). Sistemi di prevenzione sono anche la lavorazione del terreno, la falsa semina, la rotazione delle colture, il cover cropping e la pacciamatura.

Invece, fra le tecniche di contenimento, cioè di rimozione delle infestanti, ci sono l’uso di macchinari per estirpare le erbacce, i trattamenti termici (come il pirodiserbo), l’applicazione di erbicidi chimici o di bioerbicidi a base di sostanze naturali e, naturalmente, il taglio dell’erba.

Usare il trinciaerba a scoppio per contenere le erbe infestanti

Dunque, se scegli di non usare diserbanti per rimuovere le erbacce – magari perché sei orientato verso la coltivazione biologica oppure perché vuoi gestire il tuo terreno in modo più ecosostenibile – devi adottare opportune tecniche preventive, quando possibile, o optare per il taglio. La sfalciatura, infatti, è un mezzo con cui riduci la competizione idrica a favore delle piante che ti interessano e a danno delle infestanti.

Invece del decespugliatore o del tagliaerba a motore, per liberarti dalle erbe infestanti puoi usare il trinciasarmenti. Come sai, “trinciasarmenti” è un termine ombrello per intendere macchine con funzioni differenti: tagliare l’erba alta e coriacea, le infestanti e le sterpaglie anche su terreni incolti, in pendenza o accidentati; effettuare la pulizia di canali, del bordo stradale o del sottobosco; regolare l’erba e le malerbe degli interfilari o sminuzzare i residui di potatura in frutteti, oliveti e vigne; triturare i resti delle piante coltivate dopo il raccolto.

Nello specifico, se vuoi tagliare erba, erbacce, sterpaglie su aree di medie dimensioni e pulire il bordo strada o il sottobosco, la scelta ottimale è un trinciasarmenti a mano semovente. In particolare, il trinciaerba non solo taglia ma tritura la vegetazione – infestanti comprese – che, ridotta in frammenti, si decompone più velocemente dello sfalcio prodotto dal tagliaerba o dal decespugliatore.

Un trinciaerba professionale ti aiuta a eliminare le erbacce su superfici fino a 5.000 m² e, allo scopo, il catalogo Efco ti propone il nuovo modello di trinciaerba a scoppio DR 65 K1100H.

Si tratta di un trinciasarmenti semovente a 4 marce (3 avanti più la retromarcia) con cui raggiungi la velocità di 3,4 km/h grazie a un motore da 302 cm³ di cilindrata e 6,2 kW di potenza. Il motore è un 4 tempi: affinché l’avviamento fili liscio, fai sempre rifornimento con benzina senza piombo fresca. La benzina, infatti, con il passare del tempo invecchia, ma per rallentarne il deterioramento puoi conservarla in una tanica omologata per carburanti.

Grazie al rotore a 38 coltelli, supportato da cuscinetti rinforzati e resistenti agli urti, con il trinciaerba professionale DR 65 K1100H ti basta un solo passaggio per tagliare 65 cm in larghezza, settando a piacere l’altezza di taglio tra i 20 e gli 80 mm con la vite senza fine.

Lavorare con il nuovo trinciasarmenti DR 65 K1100H è più confortevole che mai: ai lati del manubrio hai a portata di mano i comandi (acceleratore, frizione, cambio, innesto rotore, sbloccaggio ruote, freni) e le leve per regolare il manubrio stesso in altezza e di lato. Mantieni l’aderenza su ogni tipo di terreno e fai avanzare la macchina anche su superfici sconnesse grazie alle ruote posteriori grandi con battistrada scolpito, mentre con le ruote anteriori pivotanti la manovri con massima fluidità

Articoli correlati

Novità catalogo / News Prodotti

16/10/2019

Nuova Motosega piccola Efco: sempre più affidabile

Pensata per piccoli lavori in campagna e il giardinaggio

Leggi tutto

Ispirazioni / Guida all'utilizzo / How to

30/09/2019

Come pulire il soffiatore

compresi filtro, motore e candela

Leggi tutto

Ispirazioni / Consigli sempreverdi

30/09/2019

Come usare la motosega: corso per principianti

avviamento, uso e taglio

Leggi tutto